Giochi spaziali

Qui trovi giochi pratici, didattici, divertenti ed educativi per l’apprendimento delle Abilità visuo spaziali, necessarie allo sviluppo delle capacità organizzative.

 

QUANTO CE NE STA?  La capacità contenitiva dello spazio.

14travasi.630x420

Una delle abilità organizzative che consentono di gestire correttamente lo spazio, è la buona intuizione della sua capacità contenitiva. Infatti nessuno tenterebbe di far entrare un elefante dentro la gabbia dei canarini, la cosa ci fa sorridere… eppure non è così scontato.

Questa giusta percezione è stata acquisita e si è consolidata in noi attraverso l’esperienza, specialmente nella prima infanzia, quando, attraverso innumerevoli giochi in cortile, all’aperto, nella collaborazione in casa alle faccende domestiche, ci siamo confrontati con lo spazio e le sue regole. Ma ahimè… questi giochi non fanno più parte del vissuto quotidiano dei bambini di oggi, se non in parte favoriti dalla Scuola.

Conseguenza? I bambini sono sempre meno in grado di percepire e capire quante cose stanno in quello o quell’altro spazio; se possono mettere determinate cose nei loro cassetti o nei cesti dei giocattoli; se la mamma può avere quella cosa nella sua borsetta o se è impossibile; se papà può caricare la bicicletta sulla sua auto per portarla in vacanza, se… quanti esempi potrei fare, ma li lascio immaginare a voi.

Pensate solo alle conseguenze di questa scarsa percezione sull’apprendimento scolastico:

  • Come gestisco lo spazio quaderno?
  • Come gestisco il foglio da disegno?
  • Come posiziono lettere e numeri sulle righe e nei quadretti?
  • Come organizzo la mia cameretta con tutto ciò che contiene: giocattoli, libri, vestiti, ecc.?
  • Come organizzo astuccio e cartella?

Chi è genitore o insegnante sa bene di cosa parlo e di quante cose non sono mai al loro posto perché il bambino non sa quale spazio le può contenere.

Allora suggerisco di ritornare a proporre ai bambini esperienze di capacità contenitiva dello spazio:

  • Riempire e svuotare contenitori di diverse dimensioni e con diversi materiali
  • Svuotare insieme a loro i cassetti della loro cameretta e riordinarli provando e riprovando come possono entrarci le cose, quante e in che modo.
  • Ripensare ai contenitori dei loro giocattoli in base a quanti sono ed alle loro dimensioni, coinvolgendoli nel ragionamento.
  • Chiedere collaborazione nelle faccende domestiche che contengono questo tipo di percezione: caricare e svuotare la lavatrice, la lavastoviglie, il carrello o le borse della spesa, ecc.

2013-5-2-toycar4_rect540

Sono certa che la creatività di genitori ed insegnanti che vogliano restituire questa abilità ai loro bambini e ragazzi, è suggerita dalle innumerevoli occasioni quotidiane.

Importante è non dare per scontato questa percezione, perché l’uso esagerato del tablet o dello smartphone da parte dei bambini, ha davvero prodotto molti danni in questo senso. Danni che faranno emergere difficoltà anche nell’età adulta, nel lavoro e nella gestione della casa e di se stessi.

Ho conosciuto una ragazza che candidamente mi ha detto: ”Io non so mai quanti vestiti posso mettere in valigia prima di partire, non so quanti ce ne stanno finché non ho provato e riprovato. Fare la valigia per me è un incubo, ci metto una intera giornata”.

Ma siccome a quasi tutto c’è rimedio, vediamo di iniziare fin da piccoli e di non smettere mai!